La stragrande maggioranza dei danni ostetrici avviene per sofferenza ipossica in travaglio. La lesione può essere:  diretta (morte, per carenza di ossigeno, di una percentuale rilevante delle cellule cerebrali del feto),  indiretta (emorragia cerebrale causata da alterazioni della circolazione per mancanza di ossigeno).